Ultime news

17.08.2017 -

La giornata mondiale della gioventù di quest’anno ha messo in risalto l'importanza del ruolo dei giovani nella prevenzione del conflitto e nella costruzione della pace. I giovani rappresentano il futuro delle comunità nelle quali vivono e ne sono loro stessi agenti di cambiamento. In paesi caratterizzati da conflitti armati e disordini, i giovani spesso rappresentano larga parte della popolazione. In Siria nel 2014 i giovani tra i 15 e i 24 anni rappresentavano il 20 per cento della popolazione. In aree come questa che, caratterizzate da conflitti e instabilità, avrebbero oltremodo bisogno di giovani capaci di partecipare attivamente alla promozione della pace, la drammatica situazione pone dure sfide al raggiungimento del loro pieno potenziale. Il conflitto ha portato disintegrazione economica e frammentazione sociale: una situazione nella quale i giovani si sentono sopraffatti e insicuri del loro futuro. Molti sono stati esposti alla violenza, costretti a lasciare le proprie case o abbandonare gli studi. In Siria diventa sempre più importante dare ai giovani, in particolar modo ai rifugiati palestinesi, l'opportunità di imparare, socializzare e entrare nel seppur difficile mercato del lavoro. UNRWA si impegna ad offrire loro supporto e consulenza, garantire l'accesso all’educazione e sostenerli nel mondo del lavoro. Attraverso il suo programma formativo e educativo “Engaging Youth” l’Agenzia promuove orientamento professionale e corsi di formazione, sia di breve che di lunga durata, a beneficio di 5.000 giovani.

16.08.2017 -

Al centro di formazione di Siblin di UNRWA il 10 agosto 2017 si è svolta la decima cerimonia di fine anno, durante la quale sono stati premiati 102 studenti che hanno terminato con successo il percorso formativo/professionale in quattro diverse discipline: amministrazione aziendale, segreteria, ingegneria civile e installazione elettrica. Durante la cerimonia il Vicedirettore di UNRWA in Libano Gwyn Lewis rivolgendosi agli studenti ha detto: “Mi voglio congratulare con tutti voi per il vostro impegno, la perseveranza e la passione per l’educazione che avete dimostrato. Mi auguro che le capacità e competenze ricevute al centro di formazione di Siblin possano rappresentare per voi la chiave per un futuro più luminoso e per una vita migliore”. Sottolineando l’importanza della partnership di lunga durata tra UNRWA e l’Unione Europea ha inoltre affermato: “Voglio ringraziare l’Unione Europea per il suo costante sostegno, in particolare nel campo della formazione tecnica e professionale, all’insegna di percorsi in grado di offrire ai rifugiati palestinesi migliori opportunità lavorative”. Abdulkarim Najem, parlando a nome dei compagni, ha ringraziato gli insegnanti e il personale del centro di formazione per l’ottimo lavoro e il costante supporto dato agli studenti. Nel suo intervento il giovane ha raccontato: “Studiare al centro di Siblin è stata la mia unica occasione per conseguire un più alto livello formativo e di preparazione professionale. Sono molto grato per questa opportunità. Nonostante tutte le sfide che mi circondano, grazie a questo diploma in ingegneria potrò offrire alla mia vita delle opportunità lavorative concrete”. 

Distribuzioni alimentari

I bambini non possono aspettare
Dona ora
  • I territori in cui operiamo
  • Visti da vicino
Non vogliamo che cominci il sesto anno di guerra
Un progetto speciale per bimbi speciali
Ancora rifugiati dopo 50 anni di occupazione e 10 anni di blocco della Striscia di Gaza

Twitter

Video

Facebook